Il cubito nella storia

Ai tempi degli antichi egizi, il cubito (dal latino cubitum) rappresentava l’unità di misura essenziale utilizzata per l’edificazione di templi e piramidi.
Quale lunghezza dell’avambraccio del faraone, dal gomito alla punta del dito medio, questa metrica rappresentava il giusto equilibrio di proporzioni, armonia e bellezza del mondo tangibile: la trasfigurazione del divino nella sua umile dimensione terrena.

A distanza di 2000 anni, l’emozione architettonica delle grandi opere egizie si ripropone in una chiave di lettura completamente diversa: Cube 3.

Cube 3 s’ispira alla lunghezza del cubito reale egizio (52,3 cm), trasformandolo in elemento di design, capace di rendere ogni ambiente elegante e moderno.